Sui mutui serve più trasparenza

Lascia un commento

26 settembre 2012 di Stefano Melia


Ora che l’associazione delle banche britanniche (Bba) ha fatto il suo (doveroso) passo indietro, annunciando che é disposta ad abbandonare il ruolo di supervisore nel fixing del tasso Libor, agli operatori non rimane che una domanda: e adesso, che succede? Difficile prevederlo. Certo è che l’uscita di scena dei principali controllori del meccanismo di formazione del tasso – cui sono legati fino a 800mila miliardi di derivati – non fa altro che confermare l’urgenza del processo di riforma di questo segmento del mercato. Nei giorni scorsi sia l’Eba, l’Associazione delle banche europee, che l’Esma, l’Authority incaricata di vigilare sulla stabilità dei mercati finanziari, hanno preannunciato che a partire da gennaio proporranno un set di norme cui le banche dovranno attenersi per la costruzione dei tassi benchmark come Libor ed Euribor (cui invece sono indicizzati i mutui a tasso variabile in Europa). Nulla è ancora deciso nel dettaglio, ma l’obiettivo dichiarato della revisione è garantire una metodologia di calcolo trasparente, sottoposta a verifica e priva di possibili conflitti di interessi. Una soluzione potrebbe essere quella di basarsi sui tassi effettivamente negoziati, fatti alla luce del sole, e non su quelli potenziali, più passibili di finti annunci e tatticismi. Forse aumenteranno i disguidi tecnici, ma il mercato, almeno, ne guadagnerà in fiducia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: