Mediobanca, Ligresti e le richieste dei danni

Lascia un commento

21 dicembre 2012 di Stefano Melia


Come tutti i divorzi in piena regola anche quello tra Mediobanca e la famiglia Ligresti, dopo una convivenza durata anni, rischia di finire in tribunale. Gli ex controllanti della Fonsai hanno preannunciato un’azione legale per ottenere il risarcimento dei danni subiti, a loro dire, per il mancato rispetto del famoso “papello” siglato dall’Ad di Mediobanca Alberto Nagel e trovato nella sede dell’istituto di credito, contenente impegni per indennizzarli della perdita del gruppo. La richiesta di quella buonuscita era stata reiterata senza successo a Piazzetta Cuccia due mesi or sono.

Ma anche la banca d’affari milanese – si è appreso ieri – sarebbe intenzionata ad avviare una “importante azione legale” qualora le indagini in corso della magistratura dovessero confermare l’ipotesi di falso in bilancio in Fonsai, con la complicità degli ex vertici dell’Isvap (il regulator assicurativo), negli anni in cui i Ligresti gestivano la compagnia. Ieri intanto il cda di Premafin si è concluso escludendo, come previsto, i Ligresti dall’esercizio del recesso nell’ambito della prossima fusione tra i gruppi Unipol e Fonsai. Anche in questo caso la questione finirà probabilmente di fronte ad un tribunale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: