Bpm sempre più vicina alla nuova governance, in arrivo 850 esuberi

1

14 febbraio 2013 di Stefano Melia


LA SPA E’ SEMPRE PIU’ VICINA – Banca Popolare di Milano compie un passo in più verso la nuova governance con i consigli di gestione e di sorveglianza che si sono riuniti ieri per avviare la fase decisiva delle discussioni. In particolare il consiglio di sorveglianza “ha deliberato di procedere su un percorso comune di approfondimento”, spiega una nota diffusa dall’istituto a borsa chiusa. Secondo quanto previsto dalla bozza in 12 pagine recentemente sottoposta ai sindacati, ricorda il quotidiano MF, “Bpm dovrebbe assumere una governance ibrida, a metà strada tra una cooperativa e una società per azioni, con l’aspetto mutualistico della vecchia banca popolare che dovrebbe essere ereditato dalla Fondazione Bpm”. L’obiettivo è presentare la proposta ai soci in assemblea già in estate, probabilmente a luglio. 

IL PUNTO SUGLI ESUBERI – Ma nel corso degli incontri di ieri non si è parlato solo di governance. Oltre ad avviare il cantiere per la trasformazione in spa, scrive l’agenzia di stampa Radiocor, il consiglio di gestione avrebbe anche fatto anche il punto sul piano di esuberi previsto dal piano industriale. Ne è emerso che sono oltre 850 i dipendenti in uscita tra fondo di solidarietà e pensionamenti, numero ben superiore ai 700 fissati come target dal management per il taglio dei costi. Il 6 febbraio scorso, ricorda l’agenzia di stampa, è stato raggiunto l’accordo per estendere l’adesione al fondo esuberi anche a chi raggiungerà i requisiti nel 2019 e nel 2020, accogliendo così le adesioni volontarie di oltre 250 dipendenti, che lasceranno la banca nel 2014 e andranno in pensione nel 2019. I dipendenti che restano continueranno a ricevere la retribuzione completa prevista dal contratto integrativo, anche se quest’ultimo, essendo stato disdetto, non sarà applicato ai nuovi assunti. Il superamento del target di esuberi permette a Bpm di avviare il piano di circa 150 assunzioni previsto nell’arco del piano.

One thought on “Bpm sempre più vicina alla nuova governance, in arrivo 850 esuberi

  1. sceltalibera ha detto:

    Reblogged this on sceltalibera and commented:
    piano di esuberi previsto dal piano industriale. Ne è emerso che sono oltre 850 i dipendenti in uscita tra fondo di solidarietà e pensionamenti, numero ben superiore ai 700 fissati come target dal management per il taglio dei costi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Unisciti ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: