MPS: Mussari come Craxi, accolto da insulti e lancio di monetine

Lascia un commento

16 febbraio 2013 di Stefano Melia


Come avvenne con Bettino Craxi al culmine dello scandalo di Mani Pulite, gli hanno tirato addosso delle monetine, urlando contro a squarcia gola “ladro e buffone”. Anche allora, all’Hotel Raphael di Roma, fu la fine di un’epoca.

Allo stesso modo e’ stato accolto al suo arrivo in Procura a Siena Giuseppe Mussari, l’ex presidente della banca Mps, travolta da uno scandalo di proporzioni inaudite su perdite nascoste, operazione d’acquisto scellerata (quella di Antonveneta a fine 2007) e contratti irresponsabili sui derivati. Mussari e’ stato per anni il banchiere n.1 in Italia, come presidente dell’ABI, Associazione bancaria Italiana.

Il banchiere è stato oggetto di un lancio di monetine e di una serie di offese, gridate da un gruppetto di una decina di persone, che lo aspettavano al varco. “Ladro, ladro” e anche “buffone”, gli hanno urlato. Mussari e’ arrivato a fine mattinata al Palazzo di Giustizia di Siena, accompagnato dai due legali Tulli e Padovani e Fabio Pisillo.

Per Mussari è stato difficile farsi largo nella ressa di giornalisti e operatori televisivi, alcuni dei quali sono anche caduti a terra.

Una volta terminato, l’interrogatorio dell’ex presidente di Bmps e ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, e’ stato secretato.

Mussari si e’ trattenuto per circa tre ore davanti ai pm titolari dell’inchiesta su Antonveneta. Accompagnato da 3 ufficiali della GdF, Mussari è salito su un’auto che lo aspettava davanti al Palazzo di Giustizia. Alcune persone lo hanno contestato anche all’uscita.

Ieri è stato sentito come persona indagata nell’inchiesta sull’acquisto di Antonveneta e altre operazioni finanziarie.

Le intercettazioni telefoniche incastrano non solo Mussari, ma anche Baldassarri e Vigni: ai tempi dell’operazione per l’acquisto di Antonveneta avrebbero nascosto un contratto derivato con Nomura.

Pare che i tre dirigenti si siano accordati segretamente con i vertici della banca giapponese. Per il momento si tratta di indiscrezioni, ma sono tutti elementi che gli inquirenti avranno la massima cura di verificare nelle interrogazioni in corso in giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Unisciti ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: