Prestiti alle banche: la difesa a tutti i costi di Draghi

Lascia un commento

18 febbraio 2013 di Stefano Melia


Mario Draghi, governatore della Banca centrale europea, è entrato a gamba tesa nel dibattito sulla necessità che la Bce presti soldi agli istituti di credito. E ha difeso la scelta dell’organismo internazionale. Tra dicembre 2011 e marzo – aprile 2012, sono arrivati a pioggia mille miliardi di euro.

Non solo. Il tasso di interesse per le banche è irrisorio: l’1%. Come dire che si tratta di finanziamenti quasi senza interessi da restituire. In molti hanno storto il naso dopo le decisioni della Bce.

Motivo? La Banca centrale europea – per i critici – dovrebbe difendere la politica dei prezzi, non dare una mano a chi poi non eroga a sua volta i prestiti ai privati o alle imprese che ne fanno richiesta.

Draghi ha parlato durante l’audizione in Commissione problemi economici del Parlamento europeo. Spiegando che comunque ci sono dei segnali di ripresa e che l’economia reale a breve dovrebbe riprendere a marciare nel verso giusto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: