Leasing : richiesta di restituzione non provata ? Non c’è il reato di appropriazione indebita

Lascia un commento

29 marzo 2013 di Stefano Melia


Il Tribunale di La Spezia, nella sentenza del 23 gennaio 2013 n° 46, ha precisato che nell’ambito del contratto di leasing , la fattispecie di appropriazione indebita richiede la prova rigorosa della richiesta di restituzione del bene, da parte della società finanziatrice .
Nel caso di specie, l’imputato chiedeva il rito abbreviato . Nel fascicolo del dibattimento trovavano quindi ingresso documenti da cui si deduceva la data in cui il bene andava restituito: non era tuttavia provata la richiesta specifica di restituzione avanzata da parte della società finanziatrice .

L’imputato è andato assolto, anche se con formula dubitativa .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: