A marzo si ferma la crescita delle richieste di credito da parte delle imprese: -3%

Lascia un commento

11 aprile 2013 di Stefano Melia


Dopo un inizio d’anno in cui il numero di finanziamenti richiesti da parte delle imprese italiane (analizzati sulla base delle anagrafiche riconducibili sia a imprese individuali sia a società di persone e capitali) ha registrato segni positivi (+6% a gennaio e +1% a febbraio) il mese di marzo 2013 ha visto l’indice tornare in negativo, con un
-3,08% rispetto allo stesso mese del 2012, ponderato a parità di giorni lavorativi.
Per altro, l’analisi del Barometro CRIF della domanda di credito – elaborata sulla base del patrimonio informativo di EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi a oltre 8 milioni di posizioni creditizie attribuite a utenti business – evidenzia come il dato rilevato nell’ultimo mese sia il primo negativo dopo una serie di 12 mesi (con la sola parentesi del mese di dicembre 2012) in cui il numero di finanziamenti richiesti aveva sempre fatto segnare un incremento rispetto al corrispondente mese dell’anno precedente.
Posto che la domanda aggregata nei primi tre mesi del 2013 ha fatto complessivamente registrare una crescita del +0,97% rispetto al corrispondente trimestre del 2012, è spontaneo domandarsi se il dato in controtendenza registrato a marzo sia occasionale o, piuttosto, rappresenti una inversione del trend, con le imprese italiane già messe a dura prova dalle difficoltà derivanti da una crisi che perdura dal 2008 e alle prese con un inevitabile processo di riposizionamento.


Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Entrando maggiormente nel dettaglio, l’andamento della domanda di credito nel mese di marzo risulta negativamente influenzato primariamente dal dato delle Imprese Individuali, che fanno segnare un -9% rispetto al corrispondente mese del 2012, mentre per le Società di capitale e di persona il dato si mantiene ancora positivo (+1%, coerentemente con i mesi precedenti).
Una lettura più completa della dinamica in corso è resa possibile anche dall’analisi dell’importo medio dei prestiti richiesti da parte delle imprese: nei primi tre mesi del 2013, per il complesso di imprese individuali e società, si è attestato a 63.187 Euro.
Nello specifico l’importo medio dei prestiti richiesti è risultato pari a 30.506 Euro per quanto riguarda le ditte individuali contro gli 85.373 Euro delle società.

 

Per quanto riguarda la distribuzione per classi di importo, invece, nei primi 3 mesi del 2013 quasi 1/3 del totale delle richieste si è concentrata nella fascia inferiore ai 5.000 Euro.
​Distribuzione per classi
di importo
​3 mesi 2013
Fino a 5.000​ ​32,39%
​Da 5 a 10.000 ​10,49%
Da 10 a 20.000 €​ ​17,22%
Da 20 a 50.000 €​ ​20,36%
Oltre 50.000 €​ ​19,54%
100%
Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Lavora con Aessefin!

Richiedi la tua Visura

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire il blog e ricevere gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 438 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: